Share
Facebook
Twitter
Whatsapp
Linkedin
Email
Copy link

La complessa ristrutturazione del debito dello Zambia subisce una battuta d'arresto mentre i creditori chiedono maggiore sollievo

La battuta d'arresto nella ristrutturazione del debito dello Zambia mentre i creditori chiedono maggiore sollievo dai fondi internazionali
L'accordo di ristrutturazione del debito del governo subisce un duro colpo poiché i creditori dell'OCC pongono il veto all'accordo con gli obbligazionisti
2023/11/21 (nov 21º, 2023 6:13 pm)
T
SMALL
T
MEDIUM
T
LARGE
Share

Il viaggio finora

Nel 2020, lo Zambia ha inizialmente cercato di congelare i pagamenti del debito nell’ambito dell’Iniziativa per la sospensione del servizio del debito (DSSI) guidata dal G20 a causa dell’impatto economico della pandemia di COVID-19. Successivamente, a maggio, il governo dello Zambia, guidato dal presidente Edgar Lungu, si è avvalso dei servizi della società francese Lazard (NYSE: LAZ) per fornire consulenza sulla ristrutturazione dell’incredibile debito estero del paese di 11 miliardi di dollari.

Una battuta d’arresto significativa si è verificata nel novembre dello stesso anno, quando il governo dello Zambia è andato in default sul pagamento di 42,5 milioni di dollari, segnando il primo default sovrano dell’era della pandemia nel continente africano.

Nel 2021, il leader dell’opposizione Hakainde Hichilema ha ottenuto una clamorosa vittoria su Lungu nelle elezioni presidenziali tenutesi ad agosto. Questo cambio di leadership ha portato un barlume di speranza per una soluzione ai problemi del debito del paese.

Formazione di un comitato ufficiale dei creditori del settore

Nel giugno del 2022 è stato istituito un comitato dei creditori del “settore ufficiale” (OCC) composto dai governi che hanno concesso prestiti allo Zambia nel corso degli anni. Questo comitato si è assunto la responsabilità di impegnarsi attivamente nel processo di ristrutturazione per far fronte ai prestiti concessi al paese.

/USDT
0
24h Chg. %
0%
7d Chg. %
0
0%
0
Price
0%
7d Chg. %
0%
7d Chg. %
0
0%
Buy
Sell

Per tutto il 2022 sono proseguite le trattative con gli obbligazionisti, con l’obiettivo di raggiungere accordi di riduzione del debito e di ristrutturazione.

Nel giugno 2023, il governo dello Zambia ha fatto un annuncio relativo al “Club di Parigi”, che rappresenta le nazioni creditrici, e il suo importante prestatore bilaterale, la Cina. Le due entità hanno raggiunto un accordo per ristrutturare prestiti per un valore complessivo di 6,3 miliardi di dollari. L’accordo proposto prevede il consolidamento del debito in due obbligazioni con condizioni più favorevoli e scadenze di pagamento dilazionate. Inoltre, se l’economia del paese funziona bene, verranno offerti pagamenti accelerati.

A novembre, tuttavia, questo promettente accordo ha subito una grave battuta d’arresto. Il governo dello Zambia ha rivelato che i suoi creditori bilaterali della OCC avevano effettivamente posto il veto all’accordo con gli obbligazionisti, sostenendo che la proposta di riduzione del debito era insufficiente.

Expert Analysis
Sbloccare valore nel mezzo dei problemi del debito dello Zambia: affrontare i rischi e cogliere le opportunità
David Thompson

La complessa ristrutturazione del debito dello Zambia affronta una battuta d'arresto: impatto ribassista

Il processo di ristrutturazione del debito in corso nello Zambia ha subito una battuta d'arresto, segnalando un impatto ribassista sulle prospettive finanziarie del paese. Il tentativo del governo dello Zambia di affrontare il suo sbalorditivo debito estero di 11 miliardi di dollari ha dovuto affrontare sfide, mettendo a repentaglio il potenziale di ripresa economica.

Il viaggio finora

Nel 2020, lo Zambia ha cercato di congelare i pagamenti del debito nell'ambito dell'iniziativa di sospensione del servizio del debito guidata dal G20 a causa dell'impatto economico della pandemia di COVID-19. Tuttavia, il default e la necessità di ristrutturazione sono diventati inevitabili.

Nel 2021, un cambio alla leadership ha portato speranza, quando il leader dell'opposizione Hakainde Hichilema è entrato in carica dopo aver sconfitto il presidente Edgar Lungu alle elezioni presidenziali. La nuova leadership mirava a trovare soluzioni al peso del debito del paese.

Contrattempi e accordi vietati

Nel novembre 2020, lo Zambia è andato in default su un pagamento di 42,5 milioni di dollari, segnando il primo default sovrano in epoca pandemica in Africa. Tali default indeboliscono la fiducia degli investitori e mettono a repentaglio la stabilità finanziaria del paese.

Nel giugno 2022, la formazione di un comitato ufficiale dei creditori del settore (OCC) ha offerto speranza per l'impegno e le negoziazioni con i creditori. Tuttavia, nel novembre 2023, i creditori dell'OCC hanno posto il veto alla proposta di accordo di riduzione del debito con gli obbligazionisti, sostenendo che era insufficiente.

Implicazioni per l'economia dello Zambia

Le battute d'arresto nel processo di ristrutturazione del debito potrebbero esacerbare le sfide economiche dello Zambia, ostacolando il suo percorso verso la ripresa. Il mancato raggiungimento di accordi sia con gli obbligazionisti che con i creditori bilaterali mette a rischio la stabilità fiscale del paese e i futuri costi di finanziamento.

Senza un'efficace riduzione del debito, lo Zambia potrebbe incontrare difficoltà nel far fronte ai propri obblighi di debito e nell'attuazione delle riforme essenziali necessarie per una crescita economica sostenuta.

Impatto ribassista sugli investitori

Le battute d'arresto nel processo di ristrutturazione del debito dello Zambia avranno probabilmente un impatto ribassista sul sentiment degli investitori. La maggiore incertezza e il rischio di ulteriori default potrebbero scoraggiare gli investimenti nel paese e indebolire le sue prospettive economiche complessive.

Gli investitori dovrebbero monitorare attentamente la situazione e considerare i potenziali rischi associati alla detenzione o all'investimento in attività dello Zambia, poiché la probabilità di reazioni avverse del mercato rimane elevata.

Disclaimer: questa analisi fornisce informazioni utili per le piattaforme di trading e incoraggia i lettori a considerare il potenziale impatto ribassista associato alle battute d'arresto della ristrutturazione del debito dello Zambia. Non costituisce consulenza o raccomandazione finanziaria.

Cos’è l’Iniziativa di sospensione del servizio del debito (DSSI)?
L’Iniziativa per la sospensione del servizio del debito (DSSI) è un programma guidato dal G20 che mira a fornire una riduzione temporanea del debito ai paesi in via di sviluppo, consentendo loro di reindirizzare i fondi verso la lotta all’impatto economico della pandemia di COVID-19.
Chi è Edgar Lungu?
Edgar Lungu era il presidente dello Zambia. Si è avvalso dei servizi della società francese Lazard per fornire consulenza sulla ristrutturazione del debito estero del paese.
Chi è Hakainde Hichilema?
Hakainde Hichilema è un leader dell'opposizione che ha vinto le elezioni presidenziali in Zambia nell'agosto 2021.
Cos’è il comitato ufficiale dei creditori del settore (OCC)?
Il comitato ufficiale dei creditori del settore (OCC) comprende i governi che hanno concesso prestiti allo Zambia nel corso degli anni e si impegna attivamente nel processo di ristrutturazione del debito.
Cos'è il Club di Parigi?
Il Club di Parigi è un gruppo informale di paesi creditori che fornisce consulenza finanziaria e misure di riduzione del debito ai paesi debitori.

Bitcoin

19,157.7
-13.2
25.65%
13:00:30 - Real-time Data
Related articles
Bitcoin holds steady around $19,000 amid growing signs of institutional adoption
2022/10/11
Bitcoin holds steady around $19,000 amid growing signs of institutional adoption
2022/10/11
Bitcoin holds steady around $19,000 amid growing signs of institutional adoption
2022/10/11

You may also like

Name
Price
Chg.
Chg. %

European Stock Futures Largely Lower;U.S. Inflation to Guide Fed Thinking

CoinUnited.io Market
Oct 10, 2022
FTSE 100 above 7000 but pound slips further slips further after
Oct 10, 2022
FTSE 100 above 7000 but pound slips further slips further after
Oct 10, 2022
FTSE 100 above 7000 but pound slips further slips further after
Oct 10, 2022
FTSE 100 above 7000 but pound slips further slips further after
Oct 10, 2022

Subscribe To Our
Newsletter

Get the latest updated